non ne ho più memoria

mi fa quasi sorridere ripensare alle amiche che ascoltavo sciorinare pensieri su pensieri su come sarebbero certamente rimaste sole nella vita. ne ricordo nitidamente una, la ascoltavo letteralmente per ore e ne perdevo altrettante per ripeterle che si sbagliava, si sbagliava di certo. aveva torto marcio e il tempo mi avrebbe dato ragione. così è stato, in effetti, per lei e per tutte le altre.

cosa ne è stato, invece, di quella ragazza che si sentiva talmente fiduciosa da infondere tranquillità alle amiche su qualcosa di ignoto e imprevedibile? “non ne ho più memoria” – dicevo stasera a chi mi conosce da innumerevoli anni – “ma credo di essere stata, molto tempo fa, una persona che credeva al ‘grande’ amore, che forse lo aspettava, non lo so”. e lei, guardandomi, mi ha risposto: “sì, mi ricordo com’eri”. io sono rimasta un attimo in silenzio, smarrita. mi è sembrato impossibile essere stata quella persona.

One comment

  1. kovalski scrive:

    eppure fa parte del bello del vita, il suo scorrere e mutare. e fa parte del suo ancora più bello, il nostro scorrere e mutare con essa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code