Archive for 25 febbraio 2009

la bellezza ci salverà?

la storia siamo noi (?)

garfield1

sono arrabbiata. penso che questo paese abbia raggiunto ogni limite possibile di decenza. mi fa arrabbiare – anzi, incazzare – il menefreghismo, l’indifferenza, l’incapacità di continuare a indignarsi. trovo intollerabile accettare quello che è inaccettabile: l’ingerenza della chiesa, l’ipocrisia, le vicende politiche e giudiziarie che non solo ci rendono lo zimbello del mondo, ma che fanno anche spegnere le speranze di chi anela(va) a dei cambiamenti. i cambiamenti, in italia, ci saranno mai? interessano a qualcuno? rimarremo piuttosto nel limbo narrato da tomasi di lampedusa, il famoso ‘tutto cambia affinché nulla cambi’?

non capisco, e non tollero, chi non prende decisioni. chi rimanda tutto; chi vive passivamente; chi ha paura di stare da solo; chi non ha un sogno, un obiettivo, un desiderio. e rimane quasi immobile, una vita intera.

mi dico che bisogna fare qualcosa. che devo fare qualcosa. penso che la politica, la vera politica, sia da intendere come qualcosa che migliori la società. una società desolante. ignorante. votata al culto dell’apparenza. delle veline, del sesso facile, dei soldi. banale, lo so. ma viviamo di banalità. dove c’è chi chiede in libreria “vent’anni di solitudine” e chi smania per seguire dal vivo il processo di cogne. sì, sono generalizzazioni. sì, certo! non siamo tutti così!

credo sia giunto il momento di dimostrarlo.
perché non è possibile, e non è giusto!, che scappare sia l’unica soluzione possibile.
sarei molto più contenta e orgogliosa di vivere nel mio paese, cercando – nel mio piccolo – di renderlo migliore. è possibile riuscirci, quando i giovani – il futuro! – sono privati di un lavoro dignitoso? non lo so. so che non vorrei più vergognarmi dell’italia. e lo so che siamo in tanti a pensarla così. è anche per questo che amo il web. i blog, i tumblr. leggerli e scoprirli mi fa sperare e sentire meno sola.

vivo a milano (almeno per i prossimi tre mesi…). so che vorrei incontrare sempre più persone mosse da passione, entusiasmo, voglia di cambiare qualcosa. senza rimanere chiuse nel proprio orticello – come ho fatto io per molto tempo.
voglio chiedere, scoprire, come è possibile sentirsi parte attiva di un qualche cambiamento. incontrare persone che – sì, ancora. sì, sempre – credono nella bellezza dell’arte, della poesia, delle parole del professor keating ne l’attimo fuggente.

se la bellezza salverà il mondo, come scriveva dostoevskij, non lo so.
in compenso so che non si può essere davvero felici in un paese che va così alla deriva.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=9SHzuHrxDtU]